Ingegneri Riuniti è stata recentemente impegnata nella elaborazione di un progetto esecutivo relativo ai lavori di Demolizione e Ricostruzione del Teatro esistente e della Palestra del Plesso Scolastico “Scuole Medie Carducci”, inerente l’immobile danneggiato a seguito degli eventi sismici che hanno colpito il Comune di Modena in data 20 e 29 maggio 2012. Il progetto si è sviluppato in ottemperanza al DECRETO 11 ottobre 2017  “Criteri  ambientali  minimi  per  l'affidamento  di  servizi  di  progettazione  e  lavori  per  la  nuova  costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici” ed è oggi all’esame della Conferenza dei Servizi, per acquisire tutti gli atti autorizzativi necessari.

L’intero complesso scolastico “Carducci”, frutto del progetto del 1975 a cura dell’Architetto Giuseppe Campos Venuti e dell’Architetto Maria Rosa Morello,  è situato nel Quartiere 3 (Buon Pastore – Sant’Agnese e San Damaso) del Comune di Modena, ed è sede dell’Istituto Comprensivo 5.

Il progetto, oltre ad intervenire per dare nuova solidità ai manufatti edilizi, persegue il tema della ricomposizione architettonica e di immagine che si vuole restituire alla comunità modenese, frutto di un intervento “radicale” che si pone però in contiguità con un complesso edilizio fortemente caratterizzato dalla propria valenza architettonica.

La nuova palestra rientra nella categoria di impianti di tipo a) Impianti Sportivi Agonistici in cui si posso svolgere attività ufficiali (agonistiche) delle FSN e DSA, oltre ad essere omologabile alla categoria B Gold per il gioco della Pallacanestro Fip e FIBA. La palestra sarà utilizzata anche per le attività sportive legate alla scuola e potrà essere suddivisa in due campi da pallavolo.

Il progetto del Teatro parte dalle medesime considerazioni fatte per la palestra: dotare la scuola di una nuova struttura architettonica rispondente sia alle esigenze operative che alle odierne normative di merito, realizzando una struttura che entra a pieno merito nel circuito dei principali teatri cittadini.

Poiché la ristrutturazione e messa a norma del fabbricato esistente, oltre a condizionare fortemente la progettazione, avrebbe gravato con costi inadeguati senza il raggiungimento ottimale degli obbiettivi prefissi, le scelte progettuali si sono orientate verso la demolizione dei fabbricati esistenti e la loro sostituzione con nuovi edifici, rispondenti appieno alle necessità operative, tecniche e prestazionali volute, con caratteristiche architettoniche in continuità con la scuola stessa; le soluzioni materico-costruttive e formali delle facciate esterne, infatti, rimandano, nei punti di “attacco” con la scuola, alle facciate esistenti, differenziandosi e caratterizzandosi per linguaggio, materiali e volumi nelle restanti parti.

 

 

Scheda sintetica

Anno: 2017-2018

Luogo: Modena (MO)

Committente: Comune di Modena

Documentazione