L'intervento in progetto è relativo all'adeguamento dell'impianto di depurazione centralizzato del Comune di Modena.

L'impianto esistente può trattare una portata massima di liquami in ingresso pari a 3.000 l/s con la sola sedimentazione primaria e 1.500 l/s con una fase completa di nitrificazione, denitrificazione e sedimentazione secondaria.

Il progetto di potenziamento, impostato per ottenere una sensibile riduzione delle componenti azotate nell'effluente, prevede la realizzazione di una seconda linea di trattamento da far funzionare in parallelo a quella esistente, per la fase di nitrificazione - denitrificazione con decantazione secondaria in grado di trattare una portata di 1.000 l/s.A potenziamento avvenuto, l'impianto nel suo complesso potra' trattare 3.000 l/s di liquami, di cui 2.500 l/s con una fase completa di decantazione primaria, nitrificazione - denitrificazione e sedimentazione secondaria e 500 l/s con la sola decantazione primaria. La portata massima trattabile con tutte le fasi dell'impianto (2.500 l/s) corrisponde ad una portata di 2Qn (dove Qn e' la portata nera media che attualmente viene trattata dall'impianto di depurazione); in futuro, a seguito di interventi previsti sulle reti fognarie descritti più avanti e che non rientrano nel presente progetto, si avrà che la portata nera media influente all'impianto sara' pari a circa 835 l/s, quindi la portata massima trattabile dall'impianto sara' pari a 3Qn.

Scheda sintetica

Anno: 1999

Luogo: MODENA

Committente: Comune di Modena – M.E.T.A. S.p.a.