Il complesso della Chiesa parrocchiale di San Possidonio Vescovo (MO) – che comprende oltre al corpo principale della chiesa, il campanile e due corpi annessi minori ad uso Sagrestia e Ingresso - ha subito danni gravissimi ed estesi a seguito degli eventi sismici del Maggio 2012. La ricostruzione della dinamica del crollo ha evidenziato che il quadro più consistente di danneggiamento è stato causato dal collasso della torre campanaria sul volume della chiesa, con conseguente crollo del tiburio, di consistente porzione della copertura, l’espulsione di due porzioni sommitali di pareti laterali e in collasso del piano terra voltato dell’aula dentro la cripta.

Il progetto di restauro è redatto su incarico della Diocesi di Carpi e tali opere sono comprese nel “Programma  delle Opere Pubbliche e dei Beni Culturali danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012. 

L’edificio rientra nei beni di interesse culturale essendo sottoposto a vincolo di tutela ai sensi del D.Lgs. 42/2004 “ Codice dei beni culturali e del paesaggio”.

I lavori previsti in progetto prevedono, oltre alla riparazione dei danni, all’eliminazione delle principali vulnerabilità, e al miglioramento del comportamento sismico dell’edificio, importanti interventi di ricostruzione che hanno posto scelte  metodologiche sulle modalità di intervento per intere porzioni di costruito non più esistente.

Ingegneri Riuniti è stata incaricata per la progettazione strutturale. Ad oggi è stato completato lo studio di fattibilità tecnico economica.

Scheda sintetica

Anno: 2018

Committente: Arcidiocesi di Carpi